Gabriella Ciancimino, "I wish, I could...a room of sirocco_2", 2015
Gabriella Ciancimino, "I wish, I could...a room of sirocco_1", 2015
Gabriella Ciancimino, "I wish, I could...a room of sirocco_1", 2015
Gabriella Ciancimino, "I wish, I could...a room of sirocco_1", 2015
Gabriella Ciancimino, "I wish, I could...a room of sirocco", 2015
Gabriella Ciancimino, Liberty Flowers, 2015
Gabriella Ciancimino, Liberty Flowers, 2015
Gabriella Ciancimino, Liberty Flowers, 2015
Gabriella Ciancimino, Liberty Flowers, 2015
Gabriella Ciancimino, Vert Magique, Amour Noir, 2015
Gabriella Ciancimino, Liberty Flower Poster 2 (project Plans&Plants), 2015
Gabriella Ciancimino, Liberty Flower Tile 3, 2014-2015
Gabriella Ciancimino, Herbario Imaginario, 2014
Gabriella Ciancimino, Herbario Imaginario, 2014
Gabriella Ciancimino, Herbario Imaginario, 2014
Gabriella Ciancimino, Liberty Fleurs, 2014-2015
Gabriella Ciancimino, Liberty Fleurs, 2014-2015
Gabriella Ciancimino, Liberty Fleurs, 2014-2015
Gabriella Ciancimino, All'Allerbaggio, 2014-2015
Gabriella Ciancimino, All'Allerbaggio, 2014-2015
Gabriella Ciancimino, All'Allerbaggio, 2014-2015
Gabriella Ciancimino, Imaginary Resistance, 2013
Gabriella Ciancimino, Imaginary Resistance, 2013
Gabriella Ciancimino, Imaginary Resistance-Fiore di Pomodoro, 2013
Gabriella Ciancimino, Imaginary Resistance-Fiore di Pomodoro, 2013
Gabriella Ciancimino, Chardon d'amour, 2013-2014
Gabriella Ciancimino, Chardon d'amour, 2013-2014
Previous Next

Gabriella Ciancimino

Gabriella Ciancimino (1978, vive e lavora a Palermo) consegue il Diploma in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Palermo. Ha esposto all’ American Academy in Rome ( IT 2009, 2013),a L’appartement 22 (Rabat, MO 2010/2014), alla Cardi Black Box Gallery (Milano, IT, 2011), Biennale Benin (Cotonou, BJ,2012), alla Kunsthalle Mulhouse (Mulhouse, FR, 2013), al PAV (Torino, IT, 2013), al Museo Villa Croce, (Genova, IT, 2013), MACBA (Barcellona, ES, 2014); ha preso parte a progetti come Volume 1 project of Sentences on the banks and other activities, al Darat al Funun (Amman, JO, 2010) e Working For Change. Project for A Moroccan Pavilion at the 54th Venice Biennale (Venezia, IT, 2011).

Le sue opere sono state acquisite in alcune collezioni pubbliche tra cui, il Museo del Novecento (Milano, IT), Museo Villa Croce (Genova, IT) Frac Provence-Alpes-Côte d’Azur (Marsiglia, FR), Museo Regionale d’arte contemporanea – Palazzo Riso (Palermo, IT).

La ricerca di Gabriella Ciancimino è focalizzata sul concetto di “Relazione” da cui deriva la tendenza a concepire un’opera come momento d’incontro/confronto tra individui. Credendo fortemente nel ruolo dell’arte come catalizzatore di cambiamento sociale, il campo di sperimentazione ideale diviene lo spazio pubblico.

Nei lavori più recenti ha analizzato il rapporto tra esseri umani e piante in Natura alla base della costituzione di un Paesaggio come “luogo” di riflessione e nello stesso tempo di salvaguardia della memoria storica e di azione collettiva. Lo studio antropologico è accompagnato dalla ricerca sperimentale finalizzata all’individuazione di elementi dissonanti da inserire nel paesaggio, generando così crack visivi in cui la realtà viene “ecologicamente” modificata. Ha così sviluppato la tendenza a creare opere site-specific e lavori collettivi, usando media differenti come il video, la musica, l’installazione, il disegno, la grafica e la scultura. Il suo lavoro è un invito al dialogo sul concetto di resistenza e di libertà applicato alla relazione con l’ambiente circostante, sperimentando L’Ecologia sociale teorizzata da Murray Bookchin attraverso il coinvolgimento della Collettività nella creazione dell’opera e nella trasformazione di un luogo in spazio in cui sperimentare la libertà, rompendo la gerarchia tra Artista e Fruitore.

www.ciancimino.it