Jannis Kounellis e Santiago Sierra, installation view, 2013. Milan, Italy. Courtesy prometeogallery di Ida Pisani, Milan-Lucca. Photo credit Greta Petese
Jannis Kounellis e Santiago Sierra, installation view, 2013. Milan, Italy. Courtesy prometeogallery di Ida Pisani, Milan-Lucca. Photo credit Edson Luli
Jannis Kounellis e Santiago Sierra, installation view, 2013. Milan, Italy. Courtesy prometeogallery di Ida Pisani, Milan-Lucca. Photo credit Jurgen Becker
Jannis Kounellis e Santiago Sierra, installation view, 2013. Milan, Italy. Courtesy prometeogallery di Ida Pisani, Milan-Lucca. Photo credit Jurgen Becker
Jannis Kounellis e Santiago Sierra, installation view, 2013. Milan, Italy. Courtesy prometeogallery di Ida Pisani, Milan-Lucca. Photo credit Jurgen Becker
Jannis Kounellis e Santiago Sierra, installation view, 2013. Milan, Italy. Courtesy prometeogallery di Ida Pisani, Milan-Lucca. Photo credit Jurgen Becker
Jannis Kounellis e Santiago Sierra, installation view, 2013. Milan, Italy. Courtesy prometeogallery di Ida Pisani, Milan-Lucca. Photo credit Jurgen Becker
Jannis Kounellis e Santiago Sierra, installation view, 2013. Milan, Italy. Courtesy prometeogallery di Ida Pisani, Milan-Lucca. Photo credit Edson Luli
Previous Next

JANNIS KOUNELLIS and SANTIAGO SIERRA

Jannis Kounellis and Santiago Sierra

Inaugurazione / 28 Novembre, 2013 / 19:00 29 Novembre, 2013 – 15 Gennaio, 2014

curato da Bruno Corà e Ida Pisani

Nella nuova programmazione per l’anno di attività 2013-2014, Prometeogallery ha il piacere di annunciare un importante evento artistico – che si aprirà il 28 novembre alle ore 19 presso la propria sede – destinato a imprimere nel dibattito culturale un segnale di risveglio.

Mossi da un medesimo impulso, Jannis Kounellis e Santiago Sierra hanno aderito all’invito rivoltogli da Bruno Corà e Ida Pisani, curatori della mostra, di esporre negli stessi ambienti due opere che hanno un forte carattere evocativo. Elaborata una nuova versione del Senza titolo, 1970, più comunemente noto con il nome ”Nabucco”, Kounellis mette l’accento su una condizione e una fase culturale come l’attuale, caratterizzata da un diffuso indugio nell’azione artistica, come pure nella dinamica sociale. Analogamente e mediante la proposizione dell’opera multimediale Marsigliese, Sierra, in sintonia con Kounellis, rielabora un proprio precedente episodio plastico fornendo una perentoria domanda pubblica.

Mentre le note ripetute dei due inni si alternano, una drammatica atmosfera si diffonde nello spazio. Di quale evento sono premonitrici le opere dei due artisti? E’ quanto la mostra sospende come un appello nell’immaginario individuale.

Non è la prima volta che i due artisti si incontrano, ma è certamente la più significativa di questi ultimi anni.
La partecipazione all’evento promette un’autentica esperienza da non perdere.
Per l’occasione saranno prodotti alcuni testi e documenti che si renderanno disponibili per i partecipanti a questo appuntamento.

La mostra sarà aperta fino al 15 gennaio 2014