When We Were Exhaling Images, 2017. documenta 14, Friedrichsplatz, Kassel. Vitrified clay pipes, laminated beams, furniture, and various objects

Hiwa K, View from Above, 2017. Digital video, color, sound 11:23 min. documenta 14, Stadtmuseum Kassel
Hiwa K, The Bell, 2015. 56 Venice Biennial, Arsenale
Hiwa K, The Bell, 2015. 56 Venice Biennial, Arsenale
Hiwa K, The Bell, 2007-2015. Video still
Hiwa K, My Father's color periods, 2013
Hiwa K, My Father's color periods, 2013
Hiwa K, What the Barbarians did not do, did the Barberini, 2012
Hiwa K, For a Few Socks of Marbles, 2012
Hiwa K, For a Few Socks of Marbles, 2012. Detail
Hiwa K, For a Few Socks of Marbles, 2012
Hiwa K, This Lemon tastes of Apple, 2011
Hiwa K with Jim White, Once upon a time in the west, 2010
Hiwa K, Star Cross, 2009
Hiwa K, Cooking with Mamma, 2006
Previous Next

Hiwa K

Hiwa K è un artista curdo- iracheno-1975. Diplomato in Iraq, ha continuato i suoi studi da autodidatta attraverso la conoscenza di moltissimi intellettuali, visual artists, musicisti e artisti di teatro. I maggiori campi d’interesse sono stati la letteratura e la filosofia europea, grazie alla traduzione in arabo dei testi di riferimento. A 25 anni si è trasferito in Germania, dove ha studiato musica sotto la supervisione del maestro di Flamenco Paco Peña.

I lavori di Hiwa K sfuggono alle normative estetiche ma danno una possibilità di riverbero a precise forme vernacolari, storie orali (Chicago Boys, 2011), modalità d’incontro (Cooking with Mama,2006) e situazioni politiche (This lemon tastes of apple, 2011). Il bacino di riferimenti contenuti nelle sue opere consiste in storie raccontate da membri della famiglia e amici in circostanze quotidiane, volte al pragmatismo e alla necessità.

La sua stessa educazione ha influenzato i suoi lavori, che sono il risultato di una costante critica al sistema educativo tradizionale, alla professionalizzazione dell’arte e al mito dell’artista individuale.

Molti dei suoi lavori sono caratterizzati da una forte dimensione collettiva e partecipativa e da una particolare attenzione al processo di insegnamento e apprendimento attraverso l’esperienza quotidiana.

Hiwa K ha partecipato a mostre collettive tra le quali si segnalano: La Triennale di Parigi e il “ “Edgware Road Project” alla Serpentine di Londra. Il suo progetto “Chicago Boys While We Were Singing They Were Dreaming” è stato presentato da importanti istituzioni internazionali come Alternative Festival di Gdansk,  CASCO ad Utrecht, Serpentine Gallery di Londra, New Museum di NYC, MACRO di Roma, MuHKA e MUSAC a Leòn.

Ha partecipato alla VII edizione di Manifesta curata da Rags Media Collective, alla Biennale di Venezia nel 2015 e nel 2017 a Documenta14.

www.hiwak.net