BLACK AND WHITE VISIONS

Gulsun Karamustafa

21 Marzo – 20 Giugno 2006 Opening: 21 Marzo 2009 ore 19.00 Prometeogallery di Ida Pisani, Via Ventura 3, Milano

A cura di Teresa Macrì

La Karamustafa ha vissuto ed interpretato, con il suo lavoro, gli ultimi avvenimenti della Turchia contemporanea, sfondando, con il suo lavoro, quelli che sono sempre stati gli stereotipi della tradizione iconografica e mediale turchi.

Tutto il lavoro dell’artista è legato alla conoscenza e alla riplasmazione dell’ essere contemporaneo. Al suo divenire soggetto pensante in progress. Con straordinaria leggerezza la Karamustafa riesce a sottolinearne memorie e sorpassi mnemonici, cambiamenti e traslazioni, attraverso una effervescente ecletticità delle forme e dei mezzi. La Karamustafa ha una freschezza intuitiva data dalla stessa intensità con cui vive la vita e con cui la traslittera in rappresentazione visuale, attingendo al proprio vissuto sociale ed agli avvicendamenti del mondo. Tocca differenti temi, tangenti tra essi: città, vita quotidiana, religione, immigrazione, politica, economia, gender e stereotipi. L’Io e il Noi. Il suo lavoro non è mai schematico e cristallizzato poiché instaura con esso un fluire indagativo. E ritualmente, ritorna spesso sullo stesso lavoro, modificandolo, riadattandolo e complessizzandolo. La foto diventa installazione, il video fotografia, l’installazione pellicola. E tutto può ancora modificarsi, riaprirsi e reinventarsi senza fine.